Archive for August, 2006

Serie A e B, varati i calendari

Thursday, August 31st, 2006

Il commissario Rossi: «Ha trionfato la normalità».
Il Milan debutta con la Lazio. La Roma con il Livorno. Via in salita per l’Inter. La Juve a Rimini. Derby di Milano alla nona giornata

ROMA – I calendari, eccoli finalmente. Dopo l’estate più rovente del pallone, sono stati tolti i veli alla stagione 2006-2007. Nella sede del Coni a Roma le 42 squadre di A e B hanno conosciuto il cammino che li dovrà attendere. La prima giornata della serie A, in programma il 10 settembre, offre subito partite interessanti come Milan-Lazio, Roma-Livorno e Fiorentina-Inter. Per la Juve in B (fischio d’inizio sabato 9 settembre) c’è l’esordio in trasferta contro il Rimini. Il Napoli inizia in casa con il Treviso. Il tabellone della prima giornata di A si completa con Torino-Parma, Atalanta-Ascoli, Sampdoria-Empoli, Palermo-Reggina, Messina-Udinese, Chievo-Siena e Cagliari-Catania. Gara di cartello anche alla terza giornata quando si affronteranno Roma-Inter, rivincita della Supercoppa italiana. Il derby di Milano cade alla nona. Si gioca il 29 ottobre, e saranno i rossoneri ad ospitare i cugini. L’incontro di ritorno, in casa dell’Inter, è fissato invece all’11 marzo. Il derby capitolino d’andata sarà il 10 dicembre (quindicesima giornata). La stracittadina di ritorno, Roma-Lazio, si tiene il 29 aprile

AL MERCOLEDI’ 4 VOLTE – Saranno quattro sia le soste (8 ottobre, 31 dicembre, 7 gennaio e 15 marzo) che i turni infrasettimanali (20 settembre, 25 ottobre, 20 dicembre e 28 febbraio).

CALCIO UNITO – Un varo che il presidente della Lega, Antonio Matarrese, ha voluto simbolicamente dare insieme al Commissario della Figc, Guido Rossi, e al presidente del Coni, Gianni Petrucci, con i quali ha premuto il pulsante del computer. «Siamo venuti qui in omaggio a un grande uomo che è Petrucci», ha detto Matarrese. Che poi, riferendosi al Commissario Rossi ha aggiunto: «Abbiamo bisogno del professor Rossi come lui ha bisogno della Lega». Rossi ha commentato soddisfatto la compilazione dei calendari. «Ha trionfato la normalità», ha detto.

 Calendario della Serie A 2006/2007

1ª giornata (and. 10/9/2006 – rit. 21/1/2007) Torino-Parma
Atalanta-Ascoli
Sampdoria-Empoli
Roma-Livorno
Palermo-Reggina
Milan-Lazio
Messina-Udinese
Fiorentina-Inter
Chievo-Siena
Cagliari-Catania

2ª giornata (and. 17/9/2006 – rit. 28/1/2007)
Empoli-Chievo
Ascoli-Messina
Udinese-Torino
Catania-Atalanta
Inter-Sampdoria
Lazio-Palermo
Livorno-Fiorentina
Parma-Milan
Reggina-Cagliari
Siena-Roma

3ª giornata (and. 20/9/2006 – rit. 4/2/2007)
Chievo-Lazio
Atalanta-Empoli
Cagliari-Livorno
Fiorentina-Parma
Messina-Reggina
Milan-Ascoli
Palermo-Catania
Roma-Inter
Sampdoria-Udinese
Torino-Siena

4ª giornata (and. 24/9/2006 – rit. 11/2/2007)
Inter-Chievo
Ascoli-Sampdoria
Empoli-Palermo
Lazio-Atalanta
Livorno-Milan
Reggina-Torino
Siena-Cagliari
Udinese-Fiorentina
Parma-Roma
Catania-Messina

5ª giornata (and. 1/10/2006 – rit. 18/2/2007)
Milan-Siena
Roma-Empoli
Chiedo-Palermo
Udinese-Ascoli
Torino-Lazio
Messina-Livorno
Fiorentina-Catania
Atalanta-Reggina
Cagliari-Inter
Sampdoria-Parma

6ª giornata (and. 15/10/2006 – rit. 25/2/2007)
Ascoli-Livorno
Empoli-Fiorentina
Inter-Catania
Lazio-Cagliari
Palermo-Atalanta
Parma-Udinese
Reggina-Roma
Sampdoria-Milan
Siena-Messina
Torino-Chievo

7ª giornata (and. 22/10/2006 – rit. 28/2/2007)
Atalanta-Sampdoria
Cagliari-Torino
Catania-Lazio
Fiorentina-Reggina
Livorno-Siena
Messina-Empoli
Milan-Palermo
Parma-Ascoli
Roma-Chievo
Udinese-Inter

8ª giornata (and. 25/10/2006 – rit. 4/3/2007)
Atalanta-Cagliari
Chievo-Milan
Empoli-Udinese
Inter-Livorno
Palermo-Messina
Reggina-Parma
Roma-Ascoli
Sampdoria-Lazio
Siena-Catania
Torino-Fiorentina

9ª giornata (and. 29/10/2006 – rit. 11/3/2007)
Livorno-Empoli
Ascoli-Siena
Messina-Chievo
Milan-Inter
Udinese-Roma
Catania-Torino
Parma-Atalanta
Cagliari-Sampdoria
Fiorentina-Palermo
Lazio-Reggina

10ª giornata (and. 5/11/2006 – rit. 18/3/2007)
Atalanta-Milan
Chievo-Cagliari
Empoli-Lazio
Inter-Ascoli
Livorno-Udinese
Palermo-Sampdoria
Reggina-Catania
Roma-Fiorentina
Siena-Parma
Torino-Messina

11ª giornata (and. 12/11/2006 – rit. 1/4/2007)
Ascoli-Empoli
Catania-Livorno
Fiorentina-Atalanta
Lazio-Udinese
Messina-Cagliari
Milan-Roma
Palermo-Torino
Parma-Inter
Sampdoria-Chievo
Siena-Reggina

12ª giornata (and. 19/11/2006 – rit. 8/4/2007)
Ascoli-Fiorentina
Cagliari-Palermo
Chievo-Atalanta
Empoli-Milan
Inter-Reggina
Livorno-Parma
Messina-Lazio
Roma-Catania
Torino-Sampdoria
Udinese-Siena

13ª giornata(and. 26/11/2006 – rit. 15/4/2007)
Atalanta-Torino
Catania-Parma
Chievo-Udinese
Empoli-Cagliari
Lazio-Ascoli
Milan-Messina
Palermo-Inter
Reggina-Livorno
Sampdoria-Roma
Siena-Fiorentina

14ª giornata (and. 3/12/2006 – rit.22/4/2007)
Ascoli-Catania
Cagliari-Milan
Fiorentina-Lazio
Inter-Siena
Livorno-Chievo
Messina-Sampdoria
Parma-Palermo
Roma-Atalanta
Torino-Empoli
Udinese-Reggina

15ª giornata (and. 10/12/2006 – rit. 29/4/2007)
Atalanta-Messina
Reggina-Ascoli
Palermo-Livorno
Milan-Torino
Lazio-Roma
Empoli-Inter
Chievo-Fiorentina
Catania-Udinese
Cagliari-Parma
Sampdoria-Siena

16ª giornata (and. 17/12/2006 – rit. 6/5/2007)
Ascoli-Torino
Catania-Empoli
Fiorentina-Milan
Inter-Messina
Livorno-Lazio
Parma-Chievo
Reggina-Sampdoria
Roma-Palermo
Siena-Atalanta
Udinese-Cagliari

17ª giornata (and. 20/12/2006 – rit. 13/5/2007)
Atalanta-Udinese
Cagliari-Fiorentina
Chievo-Reggina
Empoli-Siena
Lazio-Inter
Messina-Parma
Milan-Catania
Palermo-Ascoli
Sampdoria-Livorno
Torino-Roma

18ª giornata (and. 23/12/2006 – rit. 20/5/2007)
Ascoli-Chievo
Catania-Sampdoria
Fiorentina-Messina
Inter-Atalanta
Livorno-Torino
Parma-Lazio
Reggina-Empoli
Roma-Cagliari
Siena-Palermo
Udinese-Milan

19ª giornata (and. 14/1/2007 – rit. 27/5/2007)
Torino-Inter
Cagliari-Ascoli
Chievo-Catania
Empoli-Parma
Lazio-Siena
Messina-Roma
Milan-Reggina
Palermo-Udinese
Sampdoria-Fiorentina
Atalanta-Livorno

30 agosto 2006

fonte: corriere.it 31/08/06

63 edizione della Mostra del Cinema di Venezia: l’attesa per il grande inizio

Tuesday, August 29th, 2006

Vigilia particolare per questa edizione numero 63 della Mostra
che apre i battenti domani per chiudersi il 9 settembre

I timori per la Festa di Roma rendono cruciale la presenza in Laguna dei divi
Craig dà forfait, arriva la Johansson. E poi i pezzi da novanta: Streep, Sting…

 

VENEZIA – Il chi c’è e chi non c’è delle star, si sa, è un’attività di rigore, alla vigilia di un festival. Tanto più indispensabile qui sulla Laguna, a 24 ore dall’inizio della Mostra del cinema. In un’edizione diversa da tutte le altre, la prima dell’era post-monopolio: quella dell’addio all’unicità veneziana, nel panorama italiano, grazie al debutto (a metà ottobre) di una concorrente agguerrita come la Festa di Roma. E dunque, mai come adesso, lo sbarco massiccio dei divi al Lido, più che un piacevole diversivo, è questione di vita o di morte. Con tante conferme – da Scarlett Johansson a Sting, da Meryl Streep a Kenneth Branagh – e una defezione last minute: quella del neo-007 Daniel Craig.

Il biondo attore inglese dagli occhi di ghiaccio era atteso alla Mostra, dopodomani, al seguito di Infamous di Douglas McGrath, film d’apertura della sezione Orizzonti: lui interpreta uno degli assassini che hanno ispirato il capolavoro “A sangue freddo” di Truman Capote, attorno a cui ruota la pellicola. Ma le sue gesta le vedremo solo sul grande schermo, come informa la Warner Bros. Che però assicura la presenza di altri due interpreti: il meno conosciuto Toby Jones e soprattutto Sandra Bullock.

Primi sbarchi nelle prossime ore. Il più glamour è quello legato alla pellicola, attesissima, che inaugura questa Mostra numero 63: ovvero The Black Dhalia, tratta dal nerissimo romanzo di James Ellroy. Anche lui – una vera star, anche se del mondo letterario – è atteso al Lido, insieme al regista Brian De Palma e ai protagonisti: il biondo Aaron Eckhart, il bruno Josh Hartnett. E soprattutto lei, l’icona sexy-chic Scarlett Johansson. Certamente la più bersagliata dai fotografi, sia al suo arrivo sia domani sera alle 19, sul tappeto rosso di Palazzo del cinema, in occasione della cerimonia di apertura della Mostra.

Ed è solo l’inizio. Perché il giorno successivo, e cioè dopodomani, (31 agosto), dagli Usa sbarca un attore un po’ antidivo, ma amatissimo dal pubblico di tutto il mondo: parliamo di Adrien Brody (protagonista, fra i tanti film, di The pianist e di King Kong), che presenta il dramma noir Hollywoodland, sulla morte (vera) del Superman televisivo. Il giorno dopo, primo settembre, tocca a un regista che è anche una star: Oliver Stone, col suo acclamato World Trade center. Con lui l’interprete femminile, l’affascinante e intensa Maria Bello (History of violence, Thank you for smoking). Assente invece il grande protagonista, il divo Nicolas Cage: forfait annunciato da tempo, del resto.

Restando nell’ambito dei “registi-icona”, è attesissimo, qui al Lido, Spike Lee, col suo documentario-fiume (quattro ore) sull’uragano Katrina (primo settembre). Il giorno successivo, è il turno di un divo prestato alla regia, Ethan Hawke. Che non solo è una bel ragazzo, non solo è l’ex marito di Uma Thurman, ma è anche uno dei pochi attori che hanno qualcosa da dire: vedremo se la sua fatica dietro la macchina da presa, The Hottest State, sarà all’altezza delle aspettative. Quanto ai fotografi, saranno senza dubbio incantati dalla sua protagonista femminile: Catalina Sandino Moreno (Maria full of grace).

Così come a catalizzare l’attenzione mediatica sarà certamente una rockstar come Sting, che dovrebbe sbarcare (ma il condizionale è d’obbligo) il 3 settembre, con l’immancabile moglie Trudie Styler. Nella veste di produttore di A guide to recognizing your saints di Dito Montiel, di scene alla Settimana della critica. Ma la giornata è ricca anche d’altri incontri. Come quello col tenebroso Clive Owen (per Children of men di Alfonso Cuaron), o con la neodiva orientale Zhang Ziyi (per The Banquet di Feng Xiaogang), diventata a Hollywood con Memorie di una geisha.

Quanto alla seconda settimana della Mostra – la kermesse chiude i battenti il 9 settembre, con l’assegnazione del Leone d’oro da parte della giuria presieduta da Catherine Deneuve – sul fronte divistico è forse ancora più vivace. Nei giorni da lunedì 4 settembre al gran finale, infatti, sbarcano, in ordine sparso, la coppia (cinematografica) Rachel Weisz e Hugh Jackman, protagonisti di The Fountain di Darren Aronofsky; Christian Slater e la stellina dei tabloid Usa Linsday Lohan per Bobby (sull’uccisione di Robert Kennedy); Jeremy Irons e Laura Dern, per Inland Empire di David Lynch; la grande Meryl Streep, al seguito del graffiante-modaiolo The Devil wears Prada. E ancora merita una citazione Kenneth Branagh, protagonista di una serata-evento al teatro La Fenice, col suo mozartiano The Magic Flute.

E gli italiani? Con Isabella Ferrari madrina delle serate d’apertura e chiusura (una delle poche star già presenti qui al Lido), e Michele Placido membro della giuria principale, sono attesi, tra gli altri, Sergio Castellitto (La stella che non c’è di Gianni Amelio, in concorso); il cast paratelevisivo – Luca Zingaretti, Giorgio Tirabassi, Paola Cortellesi – di Non prendere impegni stasera di Gianluca Tavarelli, di scena nella sezione Orizzonti; e quello, più sofisticato, di Quijote, debutto alla regia dell’artista concettuale Mimmo Paladino (sempre a Orizzonti): con lui Lucio Dalla, Remo Girone, Beppe Servillo degli Avion Travel, Alessandro Bergonzoni… E scusate se è poco.

fonte: repubblica.it – Claudia Morgoglione – 29/08/06

Coppa Italia – Juve addio Europa. Trezeguet a un passo dalla cessione

Monday, August 28th, 2006

Addio Coppa Italia, addio Europa almeno per due stagioni. La folle notte del San Paolo se da un lato ha premiato il Napoli di Reja – coraggiosissimo sino all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare e sostenuto da un pubblico delle grandi occasioni – ha bocciato – dopo le sentenze di Calciopoli (i bianconeri potrebbero rinunciare al ricorso al Tar, sono in corso trattative tra i legali del club torinese e quelli della Federcalcio)  – le ambizioni della Juventus. Nuove amarezze arrivate stavolta dal terreno di gioco.
L’eliminazione dalla Coppa nazionale pregiudica così il ritorno dei bianconeri nelle manifestazioni del Vecchio Continente. Facendo scattare un campanello d’allarme anche per il campionato di serie B. Ancora distante la Champions League – non è un mistero – il club di Corso Galileo Ferraris aveva fatto più di un pensiero all’ingresso in Coppa Uefa. Sogni sfumati dal dischetto.

Per la Vecchia Signora la stagione dell’anno zero rischia così di non invertire il trend di delusioni e sofferenze sancito con l’avvio dello scandalo Calcio. Moggiopoli tanto per ricordare le intercettazioni di quasi tre mesi fa. Le ultime indiscrezioni vogliono infatti che David Trezeguet – attaccante simbolo dei successi in bianco e nero – sia a un passo dalla cessione. Al Manchester United più probabile o a Milano, sponda rossonera.

fonte: libero.it

La Paramount “licenzia” Tom Cruise

Wednesday, August 23rd, 2006

“Comportamenti non accettabili”

Colpo di scena per una delle star più note di Hollywood. Dopo 14 anni, la Paramount ha deciso di non rinnovare il contratto a Tom Cruise. Ad annunciarlo è stato il responsabile della casa madre del’azienda cinematografica, in un’intervista al Wall Street Journal. “Apprezziamo Tom come persona – ha detto Sumner Redstone – ma il modo in cui si è comportato recentemente non è accettabile per la Paramount”. 

L’immagine prima di tutto. Di fronte a certi comportamenti bizzarri adottati dalla star negli ultimi mesi (soprattutto legati alla sua controversa militanza in Scientology), la Paramount ha deciso che anche i miliardi incassati da una delle sue star più note potessero passare in secondo piano. “Abbiamo ritenuto che rinnovare il suo contratto (uno dei più ricchi di Hollywood – ndr) non fosse appropriato”, ha dichiarato Redstone, responsabile di Viacom, il gigante dei media cui appartiene la Paramount.

Il divorzio non è stato certo indolore. Cruise e la sua partner Paula Wagner hanno già annunciato che hanno raccolto un fondo di 100 milioni di dollari e proseguiranno da soli, ma la Wagner non ha perso l’occasione per definire le dichiarazioni di Redstone “oltraggiose e prive di rispetto”. La rottura è in ogni caso giunta al termine di una trattativa tra la Paramount e la CAA, l’agenzia che cura gli interessi dell’attore: dopo 14 film in 14 anni la casa di produzione non intendeva rinnovare alle medesime condizioni (10 milioni di dollari) ma pretendeva un cospicuo ridimensionamento del contratto.

fonte: tgcom

“Snakes on a plane” subito in vetta

Wednesday, August 23rd, 2006

Debutta negli Usa e sbanca botteghino

“Snakes on a plane”, il nuovo film di Samuel L. Jackson, è il fenomeno del momento. B-movie tra l’horror e il thriller, è stato confezionato in maniera interattiva con il popolo di internet, modificando la sceneggiatura in corso d’opera seguendo i consigli dei blogger. Il thriller ha sbancato i botteghini statunitensi incassando, nel primo fine settimana di proiezione, 15,3 milioni di dollari.

Il film, di cui è protagonista un coraggioso Samuel L. Jackson nel ruolo di un agente dell’FBI alle prese con un aereo di linea infestato di serpenti velenosi, già prima di uscire nei cinema si era trasformato in un cult, anche grazie alla martellante campagna pubblicitaria diffusa via Internet, che in rete aveva fatto nascere delle parodie dei personaggi ancor prima che la pellicola venisse terminata.

Al secondo posto tra i film più visti negli Stati Uniti compare la commedia interpretata da Will Ferrell, ‘Talladega Nights: The Ballad of Ricky Bobby’, che ha incassato 14,1 milioni di dollari nella terza settimana di programmazione nelle sale americane. ‘World Trade Center’, l’ultima fatica del regista Oliver Stone, che racconta la storia di due agenti, eroi dell’11 settembre 2001, uno di questi ha il volto di Nicholas Cage, che per estrarre i corpi delle vittime dell’attentato terroristico alle Torri Gemelle hanno messo a repentaglio la loro vita, ha incassato 10,8 milioni di dollari, e rimane stazionario al terzo posto.

fonte: tgcom

calciomercato – Inter: Camoranesi esce allo scoperto. Vieri spera nell’Atalanta…

Tuesday, August 22nd, 2006

Mercato, l’Inter valuta le strategie finali. Nel quartier generale di via Durini si continua a valutare il da farsi per rinforzare le fasce laterali: il dubbio è se aspettare un anno per riscuotere il credito acquisito nell’affare Pizarro sul romanista Mancini, provare ad accelerare immediatamente questa trattativa (soprattutto ora che il cagliaritano Mauro Esposito ha praticamente trovato l’accordo con il club capitolino) o chiudere con la Juve per Camoranesi. Il procuratore del’italo-argentino, Sergio Fortunato, è uscito allo scoperto: “L’Inter è una grande squadra, quello che Mauro vorrebbe per proseguire la sua carriera. Lui è alla ricerca di motivazioni forti e di una squadra che gli consenta di giocare da protagonista sia in Champions League sia in campionato. Il club del presidente Moratti ha allestito una rosa di primissimo piano e rappresenterebbe una destinazione molto gradita al mio assistito”.

Aggiungendo un altro particolare: “E’ qualche anno che Moratti mostra il proprio interesse per Camoranesi. E so che anche l’ultima volta che i dirigenti dei due club si sono incontrati, il suo nome è spuntato fuori. Adesso bisognerà vedere se con la Juventus ci sarà un seguito come noi speriamo”. Nei prossimi giorni gli sviluppi….
Proprio i bianconeri: praticamente fatta per il difensore del Newcasle Boumsoung. Il procuratore del calciatore francese ha trovato l’intesa con i dirigenti bianconeri. Per le prossime ore si attende l’intesa definitiva con il club inglese (3,5 milioni dovrebbe costare il cartellino) e l’annuncio ufficiale: dopo tante delusioni (le partenze eccellenti) Deschamps avrà così il rinforzo che aspettava per puntellare la retroguardia.

Intanto Bobo Vieri continua a sperare di trovare una nuova squadra. Oltre alla difficilissima ipotesi Juventus, si prospetta una morbida soluzione Atalanta. L’ex centravanti di Inter e Milan avrebbe così la possibilità di restare vicino ai suoi interessi all’ombra della Madonnina, continuando per un’altra stagione a fare il calciatore. ”Fa piacere che Vieri venga accostato alla nostra squadra. Noi pensiamo a salvarci e non vorremmo fare il passo piu’ lungo della gamba. Se, però, un grandissimo campione ha ancora voglia di ottenere risultati in provincia, ben venga”: ha spiegato il direttore sportivo del club bergamasco Carlo Osti. Decisione entro il 30 agosto, altrimenti Bobo dovrà saltare un giro e aspettare il mercato invernale…

Colpetto del Livorno. E’ stato preso il trevigiano Antonio Filippini. Il centrocampista 33enne ha firmato un biennale a poco più di 350mila euro a stagione per rinforzare il reparto di centrocampo, dove Arrigoni lo utilizzerà per lo più in fase di interdizione.

fonte: libero.it 22/08/06

Quad Core Intel entro la fine dell’anno

Monday, August 21st, 2006

“Si confermano le indicazioni di alcune settimane fa: la prima cpu Intel Quad Core per sistemi desktop al debutto entro Dicembre”

Intel ha presentato alcune settimane fa le cpu Core 2 Duo, basate su Core Conroe e destinate a diventare nuovo riferimento prestazionale per le soluzioni desktop non solo di fascia alta.

Il futuro di Intel, nel segmento dei processori per sistemi a singola cpu, è tuttavia carico di interessanti novità. Sono infatti confermate in questi giorni le notizie di debutto entro la fine dell’anno delle cpu note con il nome in codice di Kentsfield.

Con questo nome Intel indica le future soluzioni Quad Core, dotate cioè di 4 distinti Core di processore in un unico package; si tratta delle prime in assoluto per il segmento dei sistemi desktop del mercato, seguite presumibilmente nei mesi seguenti da quelle Xeon per sistemi server e workstation.

Il nuovo procesore dovrebbe debuttare con una frequenza di clock di 2,66 GHz, entrando a far parte della famiglia di processori Extreme Edition. Per questo motivo il costo sarà pari a 999 dollari, quale valore ufficiale praticato da Intel ai propri clienti diretti.

La nuova cpu, come già segnalato in precedenza, sarà compatibile con le schede madri Socket 775 LGA che accettano processori Core 2 Duo. Tra le altre caratteristiche tecniche il supporto alle tecnologie Speedstep, Virtualization e Execute Bit Disable; la cache L2 sarà pari a 4 Mbytes per ogni coppia di Core, per un totale quindi di 8 Mbytes.

Il processore, in termini architetturali, è composto da due distinti Die Core 2 Duo collegati tra di loro sullo stesso package; si tratta quindi dello stesso tipo di approccio utilizzato da Intel per la prima generazione di processori Dual Core Desktop, i modelli Pentium D serie 800.

Stando alle informazioni attualmente disponibili, Intel prevede di continuare a offrire ai propri clienti le cpu Core 2 X6800 sino a tutto il primo trimestre 2007, mantenendole quindi a listino anche dopo il debutto delle cpu Kentsfield. E’ presumibile che questo porterà ad un riallineamento di prezzo verso il basso delle cpu Core 2 X6800, attualmente proposte allo stesso prezzo di 999 dollari USA che verrà chiesto per le soluzioni Kentsfield una volta presentate in commercio.

fonte: hwupgrade.it – Paolo Corsini